Archiometra nasce nel 2007 da un’idea di Alessandro Sarasini e Giuseppe Gradella. Dopo un’esperienza di collaborazione durata circa 7 anni, i due professionisti decidono di creare un nuovo organismo strutturato per rispondere in modo completo e coerente ad esigenze che si erano fatte via via più complesse; l’idea è quella di avere una struttura che nascendo come corpo progettuale possa avvalersi di stabili partnerships con professionisti specializzati in diversi ambiti del costruire; tale forma di stretta collaborazione permette l’analisi e lo sviluppo di progetti in modo coerente e globale, riuscendo a fornire un prodotto completo e di alta qualità.

Gli uffici

Oggi come non mai la progettazione si presenta con molteplici implicazioni ed intrinseche difficoltà: offrire un pacchetto progettuale tramite la stretta collaborazione di professionisti selezionati vuol dire garantire un risultato ad alto livello qualitativo, nel rispetto di tutte le normative vigenti e nell’ottica di un prodotto che soddisfi in ogni suo aspetto le richieste della committenza.

Gli uffici

Archiometra propone progettazioni di respiro contemporaneo, in cui l’architettura <<nuova>> trova il diritto e il dovere di essere riconosciuta come tale, come parte integrante di un paesaggio umano in continuo mutamento, un paesaggio urbano ed un paesaggio naturale con radici antiche, a cui rivolgere uno sguardo critico e rispettoso, a cui ispirarsi, in cui stare con la consapevolezza di avere comunque una coscienza da esprimere che guarda avanti. Progettare significa anche conoscere e il conoscere presuppone anche lo sperimentare: l’attenzione che Archiometra pone nelle proprie realizzazioni è fondamentale nell’ottica di rispettare molteplici necessità, tra cui quella di rispettare l’ambiente con prodotti ecocompatibili, quella di progettare edifici ad alte prestazioni nel contenimento energetico, quella di introdurre nelle proprie progettazioni tecnologie e materiali nuovi e performanti; questa consapevolezza maturata agli inizi del 2005 unitamente ad una buona dose di curiosità e voglia di evolvere il proprio modo di progettare, ha spinto Alessandro e Giuseppe ad approfondire con percorsi differenti diverse tematiche inerenti ad un complessa somma di nozioni relative ai più disparati ambiti del costruire sostenibile. Alessandro percorre la strada delle tecnologie applicate all’architettura creando una fitta rete di contatti con le realtà produttive più di avanguardia in termini di ricerca e produzioni di soluzioni atte a contenere il dispendio energetico degli edifici, scopre come sia poco diffuso l’utilizzo di tecnologie semplici ed intelligenti che in altri paesi d’Europa vengono utilizzate già da tempo, incontra tecnici specializzati, partecipa a seminari, si sposta per fiere di settore in Italia ed in Europa, visita alcune fabbriche cercando ciò che sta alla base della produzione, per capire la bontà di una soluzione dalla bontà dei processi produttivi che la generano: questo gli permette di acquisire un bagaglio tecnico e conoscitivo di ampio respiro e di avere una notevole dimestichezza nell’applicazione di tali tecnologie nelle diversificate progettazioni di cui Archiometra si occupa; quasi contemporaneamente Giuseppe invece percorre la via della conoscenza teorica dei protocolli e dei processi che portano alla progettazione corretta di un involucro edilizio, l’amore per l’Alto Adige e la conoscenza della sua evoluta realtà sociale e tecnologica lo porta vicino agli ambienti di CasaClima; partecipando alla prima fiera di KlimaHouse a Bolzano nel 2006 viene a contatto con un mondo produttivo specializzato e determinato a fare della qualità e della coerenza costruttiva e progettuale un cavallo di battaglia; nel 2007 si iscrive al corso base CasaClima della durata di 24 ore: l’approccio teorico al risparmio energetico si rivela fonte di nuove ispirazioni progettuali, l’ambiente didattico si rivela infatti vario e architettonicamente “democratico”, progettisti provenienti da tutte le regioni di Italia portano la loro esperienza creando un dibattito vivo e costruttivo. Nel novembre del 2008 Giuseppe partecipa al secondo livello diventando dopo un corso della durata di 40 ore esperto CasaClima. Questo secondo corso affronta nello specifico le applicazioni pratiche in cantiere, proponendo una carrellata di soluzioni davvero ampia ed intelligente, che trova una pronta applicazione in alcuni cantieri iniziati negli ultimi mesi del 2008.
Allora il progetto ha duplice valore: da un lato la consapevolezza del dover abitare spazi sempre più particolari in contesti nuovi e dotati di un alto tasso di comfort abitativo, dall’altro la necessità di rendere l’edificio un’entità che riesca a far coesistere il piacere della spazialità e del particolare architettonico con quello di un involucro ad alto contenuto tecnologico.

Lo studio

Tutto questo si traduce in un compito arduo e spesso difficile da portare avanti. Lo studio che sta alla base di un simile criterio di progettazione e la rete di contatti professionali che ne conseguono presuppongono un modo di lavorare diverso e complesso. Mantenere coerenza e semplicità implica uno sforzo notevole: Archiometra cerca proprio di mantenere al meglio questo modus operandi. Ogni progetto ha un’anima diversa, ogni cliente ha una storia diversa da raccontare e un posto nuovo dove vivere altre storie. Archiometra non cerca lo standard, non rincorre la prefabbricazione delle idee, è profondamente convinto che la bontà di un progetto risieda nel miglior modo per raggiungerla; la tecnologia non diventa limitazione ma stimolo per cercare nuove forme di espressione.

La collaborazione continuativa con figure professionali giovani e con il comune entusiasmo per le rispettive discipline ha portato alla formazione di un pool capace di produrre progettazioni e realizzazioni curate e coerenti, aperte ad un continuo e costruttivo dialogo con i clienti, partners fondamentali in ogni buona progettazione che si possa ritener tale.

Archiometra pone massima attenzione all’involucro abitativo quale elemento da studiare attentamente, al fine di ottenere il miglior costo/beneficio per i futuri utenti, riuscendo a proporre alla propria clientela prodotti alternativi, efficaci e rispettosi dell’ambiente che ci circonda. Archiometra non vuol esser ridotto ad un mero strumento di progettazione, ma vuole diventare il promotore di un nuovo modus vivendi, quindi un modo nuovo di progettare per un nuovo modo di abitare l’architettura.

Alcune idee

“Vivere nel di più” è un motto che Archiometra ha fatto proprio, in quanto il valore aggiunto che acquisisce un’abitazione ad elevate prestazioni non nasce dal caso, ogni minimo particolare, ogni elemento che può influenzare la progettazione o le prestazioni energetiche dell’edificio va pensato ed applicato nel migliore dei modi.

Il vivere contemporaneo deve essere il giusto risultato della somma tra un alto comfort abitativo ed un costo sostenibile per il cliente e per la società; il mondo in cui viviamo ci pone nuove sfide, quella ambientale prima fra tutte. Vivere in edifici migliori significa progettare un mondo migliore e più pulito: questa è una grande sfida che parte dal basso, da ciò che ci sta più vicino. Archiometra ha accettato questa sfida.

Minima Immoralia

Indirizzo
Via Borrini 1/A, 46010 - Commessaggio (MN)

P.IVA 02216140208